Planimetria Catastale Vedi Esempio

Planimetria Catastale online

La Planimetria Catastale è un documento rilasciato dalla Agenzia delle Entrate, ex Agenzia del Territorio, che consente di verificare la mappa in scala di uno specifico fabbricato.

Vedi Esempio
1 MODULO DI RICHIESTA 2 DATI DI FATTURAZIONE 3 MODALITÀ DI PAGAMENTO

Domande Frequenti

Cos'è la planimetria catastale?

La Planimetria Catastale, è la rappresentazione in scala della divisione interna di un fabbricato, elaborata da un tecnico e depositata presso il Catasto.
Tramite una Planimetria Catastale è possibile vedere la suddivisione interna dell’immobile in un disegno tecnico. Si potranno identificare le informazioni necessarie per comprendere la metratura interna, al fine di stabilire una corretta attribuzione delle varie imposte immobiliari (Tari, Imu, ecc.).
Nello specifico, a seguito di una richiesta online, è possibile verificare come un immobile è diviso internamente e la zona in cui è ubicato. Sarà visibile, inoltre, la sua classificazione catastale, le dimensioni e il numero di piani da cui è composto. Nella Planimetria dovrebbe essere riportato anche il nominativo del tecnico a cui è stato assegnato l’incarico professionale per l’accatastamento, la scala di riferimento e i dati catastali.

In quali casi viene richiesta la Planimetria?

La piantina catastale viene richiesta in diverse situazioni.
Le più comuni sono: durante un mutuo, in fase di compravendita o locazione, o ancora per effettuare una donazione o una successione. Se in tutti questi casi la Planimetria Catastale presentata non dovesse risultare conforme allo stato di fatto, ogni atto immobiliare che ne deriverebbe sarebbe da considerarsi nullo. A tal riguardo, ogni variazioni sull’immobile andrà sempre riportata in pianta.
Altro caso, per cui ti sarà utile la planimetria, è per il pagamento di alcuni tributi, o per calcolare la superficie dell’immobile.

Dalla planimetria riesco a capire i mq?

La pianta è un disegno in scala generalmente da 1:200. Puoi calcolare autonomamente la dimensione oppure puoi rivolgerti al nostro tecnico che farà per te il calcolo della superficie. Aggiungi l’opzione sul modulo di richiesta per ottenere le dimensioni nel dettaglio.

Cosa sono le pertinenze?

Quando si parla di pertinenza di un immobile, si fa riferimento ad una unità immobiliare che sia al servizio e di ornamento dell’immobile principale in maniera durevole. Una abitazione, dunque, può avere come pertinenze: un box auto, una cantina, un magazzino, una rimessa o autorimessa, delle tettoie, ecc.
In genere le pertinenze con accesso autonomo all’abitazione (dalla strada o da parti comuni dell’edificio) hanno lo stesso numero di foglio e la stessa particella dell’unità abitativa principale. Il dato che cambia, è il subalterno che identifica le diverse unità immobiliari accessorie, ma anche le altre unità abitative nello stesso palazzo.

Che vuol dire planimetria rasterizzata?

In genere le piante sono tutte disponibile in formato digitale. Con rasterizzazione si intende rendere disponibile una pianta ancora cartacea, sul digitale tramite scanner.
Puoi effettuare questa operazione solo al Catasto di competenza.

Come posso richiedere la planimetria se non conosco i dati dell’immobile?

Si. Se non conosci i dati catastali, ma hai solo i riferimenti anagrafici del proprietario puoi richiedere una Visura Catastale su soggetto e ricevere i dati catastali del fabbricato di tuo interesse.
Per mancato deposito presso gli archivi telematici del Catasto non sempre la Planimetria Catastale è evadibile telematicamente. In tal caso sarà necessario procedere con un controllo cartaceo che produrrà un riscontro in circa 4 giorni lavorativi.

Si può richiedere una Planimetria Catastale in mancanza di delega del proprietario?

No. Secondo la normativa vigente, il disegno tecnico può essere rilasciato solo se autorizzati o delegati dall’intestatario risultante al Catasto. Unica eccezione è relativa alle province autonome di Trento e Bolzano.

Sono l’intestatario dell’immobile, ma il Catasto non risulta aggiornato, come posso fare?

Può capitare, che il Catasto non sia aggiornato con il corretto nominativo dell’attuale intestatario, seppur l’Atto sia stato registrato in Conservatoria.
Ti consigliamo di effettuare un controllo tramite visura catastale. Qualora i dati non fossero aggiornati, puoi accedere al nostro servizio e richiedere la Voltura Catastale. Ricorda che se il Catasto non risulta aggiornato NON è possibile consegnare la Planimetria.

Planimetria catastale “conforme allo stato di fatto”, che significa?

La planimetria deve sempre rispecchiare la reale divisione interna ed esterna dell’immobile, pena l’annullamento di eventuali atti. Si tratta di una disposizione resa obbligatoria per legge dall’1 luglio 2010.
Tutte le modifiche effettuate su un fabbricato devono essere preventivamente autorizzate (se necessario). Sarà dunque onere dell’intestatario dell’immobile procedere con la dovuta messa in regola presso il Catasto.

Quali modifiche devo riportare nella Planimetria Catastale?

Tutte le eventuali modifiche effettuate all’interno dell’immobile con regolare presentazione della documentazione agli uffici preposti, devono essere riportate sulla Piantina.
Nel 2010 con la Legge 73, è stata introdotta la CILA: Comunicazione Inizio Lavori Asseverata. La Cila, deve essere presentata al Comune competente presso lo Sportello Unico per l’Edilizia: SUE. Nel caso di interventi su elementi strutturali che prevedono il deposito al Genio Civile redatto da un tecnico, è necessaria la segnalazione certificata di inizio attività: la SCIA. Quest’ultima è utilizzata anche per il cambio di destinazione d’uso. Tali comunicazioni relative ad interventi lievi, non necessitano l’approvazione del comune.
Nei casi di interventi strutturali importanti, cambi di classamento o consistenza è necessaria la comunicazione al Catasto.
Nello specifico, la dichiarazione presso il Catasto spetta ai titolari dell’immobile che agiranno coadiuvati da un tecnico abilitato, come un architetto. Sarà quest’ultimo a comunicare all’Agenzia delle Entrate Catasto l’aggiornamento, attraverso il software DOCFA.

E’ possibile richiedere la planimetria su immobili ubicati nelle province autonome di Trento e Bolzano?

La richiesta della visura della planimetria, a differenza di quanto avviene per le altre provincie d'Italia, si effettua tramite il Catasto Tavolare (o sistema del libro fondiario) presente nelle province autonome di Trento e Bolzano. In questo caso, a richiedere la planimetria, non deve essere necessariamente il diretto interessato.
Puoi richiedere il disegno tecnico tramite il portale on line utilizzando il servizio telematico cliccando: Planimetria Tavolare. Sul nostro sito puoi richiedere anche altri servizi catastali online come la visura catastale, l’estratto di mappa e l’ispezione Libro fondiario su Trento e Bolzano cliccando: Catasto Tavolare.

Le nostre procedure

Utilizzando il servizio da noi fornito, è possibile consultare la banca dati telematica del catasto per richiedere tutti i servizi a te utili. Per fare richiesta di planimetria, devi essere delegato dal diretto interessato.

Può capitare che la tua planimetria non sia disponibile tramite il servizio on line. In tal caso ti chiederemo di fornire la delega firmata dal proprietario e ci recheremo per te presso l’ufficio preposto senza costi aggiuntivi. La ricerca aggiuntiva richiede circa 4 giorni lavorativi ulteriori. Ti ricordiamo che per mancato deposito presso il catasto on line, la pratica verrà gestita come previsto dalle condizioni di servizio pubblicate su questo portale.

La richiesta di Planimetria Catastale di un’unità immobiliare (e delle sue pertinenze) non può comunque prescindere dalla presentazione dei suoi dati catastali (foglio, particella e subalterno), e dalla specifiche rispetto l’ubicazione dell’immobile. Ti chiediamo, quindi, di compilare il form in tutte le sue parti.

Ti ricordiamo che le tempistiche indicate sul nostro sito sono indicative, fanno riferimento ai giorni medi di evasione calcolati su oltre 80.000 ordini evasi in un anno.

Il costo del servizio include il disegno tecnico dell’immobile e le sue pertinenze. Esse (max 5) devono essere ubicate nella stessa provincia e comune, avere lo stesso proprietario, seppur con dati catastali differenti. La visura catastale, anche se richiesta in opzione, è evadibile SOLO per un subalterno.
Se vuoi procedere sugli altri subalterni, ti sarà richiesto un pagamento integrativo. Verrai avvisato da un nostro operatore.

OPZIONI: Planimetria Certificata

Questa opzione viene richiesta in casi specifici e richiede 4 giorni di lavorazione. Il costo esposto sul sito include il pagamento dei bolli: Euro 48,90 di bolli erariali + Euro 30 I.E.
Tramite la certificazione effettuata direttamente al Catasto, la tua planimetria acquisirà pieno valore legale.


Richiedi “Altri documenti disponibili direttamente da questo form con un unico ordine, potrai usufruire dei prezzi scontati del 10%!