Certificato Residenza Vedi Esempio

Certificato di Residenza

Il Certificato di Residenza, estratto dall’archivio dell’Anagrafe del Comune, è il documento pubblico che un cittadino può richiedere per ottenere le informazioni anagrafiche relative alla residenza del soggetto di ricerca.

Vedi Esempio
1 MODULO DI RICHIESTA 2 DATI DI FATTURAZIONE 3 MODALITÀ DI PAGAMENTO

Domande Frequenti

Cos'è il certificato anagrafico di residenza?

Tra i certificati anagrafici disponibili, il certificato anagrafico di residenza è quel documento pubblico che attesta la residenza di uno o più individui in un'abitazione.
Il certificato contiene tutte le informazioni anagrafiche relative a nome, cognome, data e comune di nascita, comune ed indirizzo di residenza dei soggetti sui quali si effettuano le richieste.
Grazie a questa tipologia di documento, quindi, è possibile attestare la dimora abituale regolarmente registrata presso un comune, da non confondere con il domicilio.

Cos'è il certificato di residenza storico?

Il certificato storico attesta l’indirizzo di residenza di un soggetto in un preciso momento nel passato, all’interno di uno specifico archivio comunale.
Al contrario del certificato di residenza ordinario che permette di valutare solo la residenza attuale di un soggetto, lo storico consente di verificare eventuali cambi di abitazione effettuati nello stesso comune.
Con il Certificato Storico di Residenza, inoltre, si reperiscono i dati anagrafici di un cittadino relativi all’ultima residenza e, salvo eccezioni, il luogo in cui il soggetto si è trasferito.
Le ricerche storiche vengono effettuate all’interno dell’Archivio del comune di ricerca.
Qualora si avesse necessità di richiedere il servizio per più di un Comune, si devono effettuare richieste distinte di più certificati anagrafici.

A cosa serve il certificato di residenza ordinario o storico?

Le informazioni anagrafiche presenti nel documento di residenza sono ufficiali in quanto rilasciate dall’Ufficio Anagrafe del Comune presso cui si fanno le richieste.
Il certificato è molto utile per notificare atti giudiziari, per partecipare ad un bando, o per alcune pratiche in banca. Tramite la ricerca storica sarà possibile risalire ai vari cambi di residenza di un determinato soggetto, in uno specifico comune.
Spesso, grazie alla richiesta di certificato di residenza, è possibile venire a conoscenza di eventuali migrazioni di un cittadino presso un altro comune.
In generale, tali certificati possono essere utili per richiedere detrazioni o esenzioni fiscali, per avviare la pratica di cambio di residenza, o per qualsiasi adempimento burocratico che preveda l'obbligo di identificare la propria dimora abituale.

Chi può richiedere il certificato di residenza ordinario o storico

Sia il Certificato semplice che il Certificato storico possono essere richiesti da qualsiasi cittadino. Come per altri certificati (Certificato di stato libero, esistenza in Vita, ecc.) è bene ricordare che le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione possono essere richieste e utilizzate solo nell’ambito dei rapporti tra privati come istituti di credito, imprese, società sportive, ecc.

E’ possibile richiedere la cittadinanza per residenza?

I cittadini stranieri hanno la possibilità di fare richiesta di cittadinanza italiana.
La domanda deve essere presentata su apposito modulo alla Prefettura del comune di competenza.
Per una corretta presentazione della domanda, si dovrà allegare alla richiesta: il certificato anagrafico di nascita ed il certificato penale del Paese di origine. I certificati dovranno essere tradotti e legalizzati. Inoltre saranno necessarie attestazioni di residenza anagrafica; stato di Famiglia, il reddito degli ultimi tre anni.

Le nostre procedure

Per richiedere il Certificato Anagrafico di Residenza è necessario indicare nome e cognome, codice fiscale e/o data e luogo di nascita; provincia e comune di residenza del cittadino su cui si intende richiedere il servizio.
La richiesta di certificato andrà effettuata direttamente on line attraverso il nostro form.
I certificati saranno rilasciati dal Comune di competenza e ti verranno spediti tramite email dal nostro Staff.
Ti ricordiamo che siamo soggetti alle procedure interne di ogni comune che potranno differire a seconda dell’ufficio di competenza.
Nel caso di Certificato Storico di Residenza andrà indicata la data di ricerca, ovvero l'intervallo di tempo del quale si intende certificare, presso uno specifico Comune, la propria residenza pregressa o quella di un altro soggetto.
Dopo l’acquisto, e per poter procedere con la pratica, il nostro staff ti invierà via email i documenti da firmare e compilare, con le relative istruzioni.
La modulistica dovrà essere consegnata (completa di firme, dichiarazione d’uso e documento di identità) al nostro staff via email, posta o fax.

Come viene recuperato il tuo documento:

Entro 24 ore dall’arrivo della modulistica corretta prenderemo in carico la tua pratica.
Il nostro ufficio Consulenza si occuperà di gestire la tua richiesta per consegnarti il certificato, in carta bollata, in circa 20 giorni lavorativi (variabili a seconda del comune).
Il certificato, può essere prodotto se destinato a soggetto diverso ad altre pubbliche amministrazioni e ai gestori di pubblico servizio, potrà essere sempre richiesto da un cittadino. Per il Certificato Storico di Residenza, il Comune potrebbe richiedere un costo aggiuntivo per ogni indirizzo presente sullo stesso documento.
In base al Comune scelto, i dati storici da te richiesti potrebbero non essere disponibili a partire dalla data indicata, ma da una più recente. In questo caso, il Certificato Storico di Residenza sarà richiesto dalla data più vecchia disponibile in archivio, sarai avvisato da un nostro operatore.

Opzioni di traduzione e legalizzazione

L’opzione implica dei giorni lavorativi aggiuntivi in quanto sarà necessario elaborare il tuo documento in lingua italiana, per poi procedere alla traduzione.
Gli specialisti che collaborano con il nostro ufficio, provvederanno alla trasformazione del documento nella lingua da te scelta.
La firma, che il traduttore apporrà sul tuo certificato, verrà sempre legalizzata. Tale procedura non va confusa con il servizio di apostilla/legalizzazione del documento.

Quanto tempo occorre

Le tempistiche di consegna dei certificati anagrafici di residenza possono subire variazioni. Il rilascio del documento, infatti, è vincolato dall'operato dell'ufficio pubblico su cui effettueremo di richiesta.
Tutte le tempistiche indicate partono dal momento che ci invierai la modulistica corretta. I giorni indicati sul sito sono da intendersi lavorativi e mutevoli. Il reparto Consulenza farà il possibile per rientrare nelle tempistiche espresse benché in alcuni comuni come ROMA, stiamo riscontrando notevoli rallentamenti non dovuti al nostro operato. Ti consigliamo di leggere sempre quanto indicato sul nostro contratto di acquisto.

A chi posso rivolgermi per assistenza:

L’Ufficio Consulenza sarà a tua disposizione via chat e telefono ed email, negli orari di apertura.