Certificato di Morte Vedi Esempio

Certificato ed Estratto di Morte

Con il Certificato, l'Estratto e la Copia Integrale dell’Atto di Morte, prelevati dall’Archivio Anagrafico del Comune, si ottengono i dati relativi al decesso di un soggetto, così come sono registrati all’Ufficio dello Stato Civile.

Vedi Esempio
1 MODULO DI RICHIESTA 2 DATI DI FATTURAZIONE 3 MODALITÀ DI PAGAMENTO

Domande Frequenti

Cosa sono l’atto, il certificato e l’estratto di morte?

A seguito di un decesso, si rendono necessarie operazioni burocratiche atte ad attestare l’accaduto. Produrre un certificato di morte diviene importante per svolgere numerose procedure quali ad esempio, la disdetta delle utenze, per la successione, la voltura catastale, ecc..
La morte di un soggetto viene registrata negli Archivi dello stato civili. I dati che verranno indicati sono nome, cognome e stato civile del defunto, il luogo e data del decesso. Il documento ha validità illimitata.

Quali sono sono le differenze tra l’atto, il certificato e l’estratto di morte?

L’atto, il certificato e l’estratto di morte possono essere rilasciati dal comune competente. Potrà essere richiesto nel comune dove è avvenuto il decesso, oppure a quello dell’ultima residenza.

Vediamo insieme le differenze tra atto, estratto e certificato:

Copia Atto Integrale di Morte

La Copia dell'atto di morte rappresenta la copia autenticata dell’atto anagrafico in cui sono presenti i dati della persona deceduta, ovvero nome, cognome, data e luogo di nascita, data e luogo del decesso.
Tale documento può inoltre contenere eventuali annotazioni aggiuntive:

  • ora del decesso,
  • data e luogo di nascita,
  • ultimo Comune di residenza,
  • stato civile,
  • nominativo dei genitori.

L’atto integrale di morte viene emesso dall’ufficiale di stato civile al quale ci si rivolge per attestare la morte di un soggetto.
Il pubblico ufficiale che raccoglierà la dichiarazione di morte, infatti, dovrà attestare che, in sua presenza un parente o addetto delle onoranze funebri, un medico o il direttore sanitario, ha asserito il decesso di un soggetto. Nella dichiarazione andranno specificati tutti i dati anagrafici del defunto e del funzionario.

Certificato di Morte

Il Certificato di Morte attesta il decesso di un individuo. Al suo interno sarà possibile leggere: nome, cognome, data di nascita e di morte, oltre al Comune in cui è avvenuto il decesso. Nel certificato viene sempre riportato il numero di registrazione dell’atto di morte dal quale sono state estrapolate le informazioni.

Estratto di Morte:

Con l'estratto di morte si ottengono informazioni relative all’anagrafica del soggetto: nome e cognome, data e Comune del decesso, ed eventuali annotazioni aggiuntive quali: l'ora del decesso, la data ed il luogo di nascita, l’ultimo Comune di residenza e lo stato civile.
L'estratto di morte contiene anche informazioni relative alla maternità e paternità del de cuius ed il nominativo dell’eventuale coniuge.

Che cos’è l’autocertificazione?

L'autocertificazione è una dichiarazione scritta da un soggetto che deve contenere tutte le informazioni presenti nel documento ufficiale. L’autocertificazione sostituisce il certificato, ma non è sempre consentita.
Il cittadino che redige il documento si assume la responsabilità giuridica di quanto scritto, qualora dichiari il falso.
In sostituzione del certificato di morte, potrà essere elaborata una dichiarazione che dovrà includere i dati anagrafici del defunto:

  • nome
  • cognome
  • luogo e data di nascita
  • le informazioni sul decesso
  • la specifica del grado di parentela del dichiarante.

Posso richiedere il certificato di constatazione del decesso al posto di un certificato di morte?

No. Oltre al certificato di morte, esistono altri documenti che spesso rischiano di essere confusi con esso, come: certificato di constatazione del decesso, la denuncia della causa di morte ed il certificato necroscopico.
Queste tre tipologie di documento vengono redatte da un medico e non da un ufficiale dello stato civile. Il certificato di constatazione del decesso viene scritto dal medico che si è occupato di attestare la totale assenza di funzioni vitali di un soggetto, oltre a certificare l'inefficacia delle procedure di rianimazione eseguite.
Il certificato di constatazione del decesso non può essere richiesto dai privati, in quanto è un documento dedicato al Pubblico Ufficiale del Comune.
Sarà invece richiedibile dai cittadini il certificato necroscopico (redatto da un medico incaricato dall'ASL di attestare la morte), oltre al certificato di morte, l’estratto e la copia integrale dell’atto di morte.

Le nostre procedure

Tramite TuttoVisure.it, puoi richiedere tutte le tipologie di certificato comunale.
Il form ti chiederà di specificare se intendi procedere con: Certificato di morte - Estratto di morte - Copia atto di morte.
Qualora la tua scelta fosse certificato o atto, ti verrà chiesto di indicare: i dati relativi al luogo dell'ultima residenza, oppure quelli riferiti al comune del decesso.
Ti informiamo che effettuando la ricerca per residenza, qualora fosse diversa dal comune del decesso, potrebbe essere evadibile solo il certificato. A tal riguardo, è consigliabile far riferimento al luogo del decesso.

Una volta completata la prima parte, sarà necessario inserire nome, cognome, codice fiscale e/o data e luogo di nascita, Provincia e Comune di residenza del soggetto della ricerca.
A fronte dell’avvenuto pagamento, che potrai effettuare mezzo carta di credito, bonifico bancario o bollettino, riceverai la richiesta di modulistica mancate. Ti sarà richiesto di inviarci via email: la delega del richiedente, il modulo di indicazione d’uso e consenso alla privacy, oltre al documento di identità in corso di validità.

Come viene recuperato il tuo documento:

Il documento di tuo interesse viene richiesto direttamente al Comune competente. Il risultato ti sarà sempre anticipato via email, da quel momento la pratica sarà da intendersi evasa.
TuttoVisure.it collabora con l’ufficio competente ed è soggetto all’organizzazione interna del singolo dipartimento.
L’esito del servizio è strettamente legato a quanto dichiarato dal comune in fase di richiesta.
TuttoVisure.it non potrà essere ritenuto responsabile di eventuali problematiche, mancanza di digitalizzazioni non dipese dal proprio operato.

Certificato multilingua

Sarà possibile richiedere questa opzione per i soli estratti di nascita. Il modello preimpostato del comune presenterà le informazioni tradotte, come previsto dalle convenzioni attualmente in vigore.

Opzioni di traduzione e legalizzazione

Dopo aver elaborato la tua attestazione in lingua italiana, procederemo alla traduzione nella lingua da te selezionata in fase di richiesta. La traduzione è un’opzione a pagamento, effettuata da un traduttore specializzato.
A seguito del processo di trasformazione nella lingua da te indicata, verrà effettuata la legalizzazione della firma del traduttore.
L’eventuale legalizzazione del documento, per alcuni paesi esteri, è un servizio che devi svolgere autonomamente prima della traduzione. In tal caso potrebbe ritenersi necessario che il tuo certificato venga elaborato con timbri e firme non digitali.
L’opzione di traduzione e legalizzazione prevede giorni lavorativi aggiuntivi.

Quanto tempo occorre:

Le tempistiche sono di circa 20 giorni lavorativi.
I giorni indicati sono indicativi e partiranno da quando ci invierai la documentazione utile per il corretto svolgimento della pratica.
Ti ricordiamo che svolgiamo un servizio conto terzi pertanto siamo soggetti a limitazioni, come specificato nel nostro contratto di acquisto. La tempistica è puramente indicativa e calcolata analizzando le pratiche evase fino ad oggi dal nostro Staff.
Ti informiamo inoltre, che nel caso il tuo comune di competenza fosse ROMA le tempistiche di evasione sono più lunghe rispetto alla media. Faremo il possibile per consegnare il documento prima possibile.
I servizi in opzione, possono richiedere giorni lavorativi aggiuntivi.

A chi posso rivolgermi per assistenza:

L’evasione del tuo documento è affidata al nostro ufficio Consulenza.
Gestiremo le tue pratiche entro 24 ore dall’arrivo della modulistica e da quel momento, partiranno le tempistiche di lavorazione. Via email ti confermeremo la correttezza dei moduli, o eventuali problematiche.
Ti ricordiamo che dovrai inserire tutte le firme nei moduli e dovrai sempre indicare l’uso, altrimenti la tua pratica verrà bloccata. Troverai riscontro su ulteriori dettagli anche sul nostro contratto di utilizzo del sito. Il nostro ufficio sarà sempre a tua completa disposizione per ogni esigenza via email, telefono e chat.